Un nuovo amico


Un incontro inaspettato. Niente presentazioni, solo uno scambio intenso di sguardi. Durato diversi minuti, lui immobile mi guardava spaventato, ed io attonita ad osservare la sua bellezza. Non ho potuto far altro che prendere la macchina fotografica ed in evidente stato emotivo, gli ho scattato queste due foto, non certo di ottima qualità.
Ma che bello scoprire che lui e la sua mamma vivono proprio accanto a me. Alloggiano sulla cima più alta del pino secolare che svetta in giardino, e lui l'altro giorno all'imbrunire ha deciso di venire a fare quattro passi nel prato.
La sua andatura incerta, simile molto ad ET, è senz'altro l'unica pecca che ha, ma la maestosità del suo sguardo e la regalità del portamento lo rendono davvero un esemplare magico.
Chissà se il mio nuovo amico, come la cara Edvige, sarà foriero di buone nuove, che prontamente mi consegnerà ogni giorno bussando alla finestra?
Nell'attesa di scoprirlo, porto ancora in me lo stupore del nostro incontro.



Comments

  1. Ma che bel pullo! E' un gufo o una civetta? Abiti in un posto paradisiaco se n giardino puoi fare di questi incontri... :-) Lo stupore, grazie a queste foto, ha contagiato anche me.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Innanzitutto, grazie Silvia della visita.
      Il mio amico ahimè non si è presentato ma dopo attente ricerche in rete ho escluso che si tratti di civetta o di allocco, per l'assenza di quei buffi padiglioni auricolari pelosi. Il mio amico ne possiede due piccolini si, ma decisamente ciuffettosi. Quindi penso sia un gufetto. Ad ogni modo in mezzo secolo di vita è la prima volta che ho il piacere di incontrare un esemplare simile, e credimi è davvero una grande emozione.

      Delete
  2. Cara Mistral, grazie per essere passata nel mio blog ed aver lasciato un segno della tua visita. Sono contenta perchè questo mi ha permesso di scoprirti. Da ciò che scrivi ho capito che, forse, abbiamo passato esperienze simili e che per te non è un bel periodo. Adesso, grazie a questo straordinario strumento, possiamo scriverci e parlare un po'. Vedrai che piano piano ti riscoprirai nuova e più forte; ci vogliono pazienza e creatività.
    Ti abbraccio
    Giorgia

    ReplyDelete

Post a Comment